CNR-IRSA activities related to INHABIT

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Download Notiziari IRSA Notiziario Marzo 2007

Notiziario Marzo 2007

In ambito nazionale ed europeo emerge l’esigenza di proporre metodi adeguati al soddisfacimento dei requisiti della Direttiva Quadro sulle Acque (WFD: EC 2000/60). Nel testo normativo, si evidenziano specifiche indicazioni legate alla strategia di raccolta del dato che possono avere una notevole influenza sulla successiva valutazione della qualità ecologica dei corpi idrici e sulla stessa messa a punto dei sistemi di valutazione. Ad esempio, per i fiumi viene richiesto di considerare, tra i criteri per la valutazione della qualità ecologica, l’abbondanza delle comunità biologiche. A questa necessità si affianca l’esigenza di applicare metodi che siano il più possibile standardizzati, in modo da garantire la massima confrontabilità dei risultati ottenuti da diversi operatori. A questo riguardo, molti paesi europei stanno adeguando i propri sistemi di raccolta degli invertebrati bentonici in conformità alle linee guida proposte negli standard redatti dai gruppi di lavoro CEN (Comité Européen de Normalisation). Anche l’Italia ha da poco avviato una fase di confronto tra esperti del settore con l’obiettivo di pervenire in tempi brevi alla definizione di metodi adeguati alle richieste europee e nel contempo applicabili sul territorio italiano. In questo contesto, i contributi raccolti nel presente numero del Notiziario descrivono l’approccio metodologico per una raccolta degli invertebrati acquatici nei fiumi che sia compatibile con le esigenze della Direttiva 2000/60. Il primo dei contributi presentati è dedicato alla raccolta degli invertebrati bentonici nei fiumi guadabili. In particolare, viene illustrato il percorso che ha portato a proporre un metodo di raccolta quantitativo, multihabitat, proporzionale. Viene dettagliatamente descritta la procedura di raccolta degli invertebrati bentonici, fornendo alcuni elementi di supporto ai vari principi sottesi alla procedura. Il metodo proposto prevede un impegno applicativo diversificato finalizzato all’obiettivo per cui il monitoraggio (sensu WFD) viene effettuato e quindi ottimizza le risorse a disposizione. Nel secondo contributo vengono ripresi alcuni aspetti legati al campionamento e viene fornito materiale fotografico di supporto alla corretta applicazione della procedura. Nel terzo contributo viene presentata e illustrata la scheda di campo e sono riassunti alcuni aspetti chiave legati al campionamento degli invertebrati bentonici.
Il quarto contributo è dedicato al campionamento degli invertebrati bentonici nei fiumi non guadabili, per i quali vengono proposti i substrati artificiali a lamelle quale metodo standard per il campionamento. Il contributo fornisce una descrizione dettagliata della procedura di allestimento di una stazione di campionamento e sono illustrati gli obiettivi che l’applicazione di tale metodologia consente di raggiungere.
Il successivo contributo descrive in breve alcune metriche e indici selezionati durante il processo di intercalibrazione dei fiumi europei per la WFD (i.e. ICMs a STAR_ICMi), basate sulla componente macrobentonica, unitamente alle corrette modalità di calcolo. Infine, il contributo conclusivo si occupa della descrizione del software ICMeasy, messo a punto nel contesto del progetto REBECCA in collaborazione con il DECOS dell’Università della Tuscia. Il software è stato sviluppato per poter automaticamente e correttamente calcolare le metriche e gli indici biologici descritti nel precedente contributo.
Tutti i lavori presentati sono stati sviluppati nell’ottica di fornire adeguati strumenti di supporto alle Agenzie per la Protezione dell’Ambiente – italiane ed europee - nell’applicazione della Direttiva Quadro.

Indice del Notiziario

  • Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD) - Parte A. Metodo di campionamento per i fiumi guadabili
    Autori/Authors: Buffagni A. & S. Erba
  • Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD) - Parte B. elementi di dettaglio a supporto del campionamento in ambienti fluviali
    Autori/Authors: Buffagni A., Erba S., Aquilano G., Armanini D., Beccari C., Casalegno C., Cazzola M., Demartini D., Gavazzi N., Kemp J.L., Mirolo N. & M. Rusconi
  • Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD) - Parte C. elementi a carattere generale a supporto del campionamento in ambienti fluviali
    Autori/Authors: Erba S., Buffagni A., Alber R., Belfiore C, Bielli E., Armanini D.G., Cazzola M., Cuomo S., D. Demartini
  • Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD) - Parte d. Metodo di campionamento per i fiumi non guadabili
    Autori/Authors: Buffagni A., Moruzzi E., Belfiore C., Bordin F., Cambiaghi M., Erba S., Galbiati L. & R. Pagnotta
  • Intercalibrazione e classificazione di qualità ecologica dei fiumi per la 2000/60/EC (WFD): l’indice STAR_ICMi
    Autori/Authors: Buffagni A. & S. Erba
  • ICMEASY 1.2: A software for the Intercalibration Common Metrics and index easy calculation
    Autori/Authors: Buffagni A & C. Belfiore

> Scarica il Notiziario Marzo 2007 [pdf]