INHABIT project

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Eventi Workshop

Workshop

Nel corso del progetto INHABIT si sono svolti 5 workshops, dei quali 2 nazionali e 3 internazionali. I workshops hanno costituito un importante strumento divulgativo e di verifica dell’applicabilità dell’approccio INHABIT, contribuendo a diffondere le tematiche del progetto presso un pubblico in varia misura attivo nel settore delle acque. Oltre ad esponenti di Università, Istituti scientifici ed Agenzia per l’ambiente, i workshop hanno visto la partecipazione di operatori di Enti e dipartimenti governativi, ONG ambientali, consulenti scientifici e manager delle acque.
Qui di seguito sono brevemente presentati i contenuti dei workshop, elencati in ordine cronologico. Nelle varie sezioni è possibile effettuare il download del programma e delle presentazioni, qualora disponibili. È possibile anche visualizzare alcune foto degli incontri.

Sono inoltre disponibili gli atti dei workshop nazionali (in italiano) e internazionali (in inglese)


Primo workshop internazionale INHABIT sui fiumi

logo_LIFE20

Questo evento INHABIT ha celebrato i 20 anni di Programma LIFE!!

Il 17 ottobre 2012 si è svolto a Barcellona il primo workshop internazionale INHABIT sui fiumi, ospitato dall’ Universitat de Barcelona. Il programma è disponibile qui.

Il workshop è stato dedicato ad un gruppo relativamente contenuto di partecipanti (15-20 persone) costituito principalmente da ricercatori, responsabili di gestione delle risorse idriche e rappresentanti delle agenzie ambientali. L’idea di fondo è quella di affrontare diverse tematiche relative alla valutazione delle condizioni di habitat e idromorfologia fluviale con particolare attenzione alle relazioni habitat-biota (approccio INHABIT) e al potenziale di ritenzione dei nutrienti. I principali scopi del workshop sono stati:

  • divulgare gli approcci e le metodologie messe in atto nel corso del progetto INHABIT, insieme ai primi risultati ottenuti;
  • discutere la necessità di integrare nella definizione dei sistemi di valutazione dello stato ecologico  le informazioni di habitat, in  particolare in fiumi mediterranei (e.g. includendo una possibile ridefinizione degli schemi tipologici che tenga conto di tali aspetti);
  • discutere l’importanza dell’indagine delle connessioni tra gli aspetti di idromorfologia/habitat e di idrologia e le comunità biotiche (EQB) in fase di caratterizzazione dello stato ecologico sensu WFD. Tali aspetti risultano particolarmente rilevanti in corsi d’acqua mediterranei naturalmente esposti ad elevate variabilità (e.g. eterogeneità spaziale, clima, idrologia, periodi di asciutta);
  • focalizzare l’attenzione sulla possibilità di utilizzare le informazioni di habitat nella classificazione dello stato ecologico, nella fattispecie considerando dati ed esempi relativi alla comunità macrobentonica.

Inoltre, con questo workshop ci si è proposti di:

  • presentare i risultati ottenuti nel corso del progetto INHABIT relativi alla ritenzione dei nutrienti nei corsi d’acqua e delle connessioni di tale aspetto con le caratteristiche di habitat;
  • valutare la possibilità di estendere l’approccio ed i risultati del progetto INHABIT ad una più ampia scala geografica (i.e. Sud Europa);
  • discutere brevemente temi e problematiche di interesse nazionale/internazionale particolarmente rilavanti per la gestione dei fiumi sud europei (e.g. imprevedibilità del regime di portata in fiumi mediterranei, tipologie fluviali in area mediterranea, piani di gestione di bacino sensu WFD etc.).

Infine, parte della discussione sarà verosimilmente dedicata alla necessità di integrare l’informazione relativa alla ‘quantità d’acqua effettivamente presente’ (i.e. la situazione osservata al momento del campionamento) con quella della ‘storia idrologica’ (i.e. cosa è avvenuto in un periodo precedente). A questo proposito, sarà collegialmente discussa la proposta di 'Aquatic state' formulata da Gallart et al. (2012) nell’ambito del progetto MIRAGE.
A questo link è possibile scaricare le presentazioni.


Primo workshop nazionale del progetto INHABIT

Anche questo evento INHABIT ha celebrato i 20 anni di Programma LIFE!

I giorni 11-12 dicembre 2012 si è svolto a Cagliari il primo workshop nazionale del progetto INHABIT, ospitato da Regione Autonoma Sardegna. Il programma è disponibile qui. Il workshop, dal titolo "Criticità e aspetti chiave nella classificazione dello stato ecologico", ha avuto luogo nella Sala Anfiteatro della Regione Sardegna - via Roma 253, Cagliari.

Nel corso del workshop, sono stati presentati alcuni dei principali risultati ottenuti nel corso del progetto per fiumi e laghi, con un focus particolare sui temi dell'area mediterranea. Dal momento che gli Enti coinvolti nel progetto partecipano, a diversi livelli e in contesto nazionale ed internazionale, all'implementazione della WFD e allo sviluppo di approcci e metodi ad essa dedicati (i.e. tra gli obiettivi principali di INHABIT), le due giornate sono state anche l'occasione per fornire un aggiornamento importante sulla loro evoluzione in chiave nazionale.
L'evento è stato impostato al fine di fornire elementi utili non solo agli operatori tecnici del settore ma anche a chi pianifichi la gestione del territorio, collabori all'impostazione dei piani di monitoraggio per la WFD, o si trovi a dover effettuare campagne sperimentali di monitoraggio, in considerazione del quadro generale che verrà fornito.
Il workshop si è orientato in modo particolare sulle problematiche dei corpi idrici in area mediterranea e la seconda giornata è stata dedicata all'analisi dei potenziali conflitti tra i diversi usi della risorsa idrica - da integrare con gli obiettivi di qualità e l'ottenimento dello stato ecologico buono per la WFD - con particolare riferimento ad un'area campione della Sardegna (bacino del Mulargia).
Ai presenti interessati, è stato distribuito un cd contenente dati relativi alle raccolte effettuate in siti fluviali in Sardegna per il progetto INHABIT.  Sollo stesso cd è presente la versione aggiornata del software MacrOper.ICM utile alla classificazione dello stato ecologico dei fiumi sulla base dei macroinvertebrati bentonici.
Si ringraziano gli Enti e i numerosi colleghi che hanno partecipato ai lavori del workshop, che ha avuto la principale finalità di favorire, nei due sensi, uno scambio di informazioni tra i partner del progetto - CNR-IRSA e ISE, Regione Sardegna e ARPA Piemonte - e i presenti, al fine di supportare un’efficace implementazione della WFD in Sardegna e in altre parti d'Italia.

Alla pagina download è possibile scaricare le presentazioni
Per ulteriori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Secondo workshop internazionale di INHABIT sui fiumi

Il giorno 15 Febbraio 2013, a Vienna (Austria), si è svolto il secondo workshop internazionale di INHABIT dedicato ai fiumi. Esso è stato ospitato dal Lebensministerium (Federal Ministry of Agriculture, Forestry, Environment and Water Management) austriaco. É possibile scaricare qui il programma.
Il workshop ha visto la partecipazione di un ristretto numero di partecipanti del ministero austriaco ed enti scientifici. Il workshop ha riguardato la discussione di argomenti legati alla valutazione delle condizioni di habitat e idromorfologia con particolare attinenza alle relazioni habitat-biota (approccio INHABIT) e alle tematiche relative alla ritenzione dei nutrienti. Oltre agli argomenti comuni agli altri workshop internazionali, legati pertanto alla presentazione dell’approccio INHABIT, alla divulgazione dei risultati del progetto e alla discussione della possibilità di integrazione degli aspetti di habitat nelle procedure di monitoraggio, l’incontro di Vienna ha previsto la discussione di possibili misure, legate agli aspetti idromorfologici e di habitat, che è possibile adottare per l’implementazione dei RBMPs. La discussione generale è stata condotta sulla base di uno schema indicativo e ha riguardato principalmente le modalità di raccolta delle informazioni di habitat in Austria ed Italia con particolare riferimento all’integrazione di tali informazioni nei piani di monitoraggio e di gestione.

Alla pagina download è possibile scaricare le presentazioni.


Terzo workshop internazionale di INHABIT sui fiumi

Terzo Il giorno 28 Febbraio 2013, a Nicosia (Cipro), si è svolto il terzo workshop internazionale di INHABIT dedicato ai fiumi. Il workshop è stato ospitato dal WDD - Water Development Department del Ministero dell’Agricoltura, Risorse naturali ed Ambiente della Repubblica di Cipro. É possibile scaricare qui il programma.

Il workshop si è rivolto ad una platea di rappresentanti di diversi Dipartimenti Governativi della Repubblica di Cipro, tra i quali il Water Development Department e il Marine Research Department, oltre a ONG ambientali, consulenti scientifici, manager delle acque ecc.
Lo svolgimento del workshop ha previsto due parti distinte, la prima ha riguardato la presentazione del progetto e dell’approccio INHABIT, con la discussione di argomenti legati alla valutazione delle condizioni di habitat e idromorfologia con particolare attinenza alle relazioni habitat-biota. La seconda parte, più specificamente coordinata dall’ente ospitante WDD, ha riguardato la presentazione dei risultati dei programmi di ricerca attuati nella Repubblica di Cipro a supporto dell’implementazione della Direttiva 2000/60, relativi a tre Elementi Biologici (BQEs) utilizzati nel monitoraggio delle acque correnti: fauna ittica, macrofite e invertebrati bentonici.
Alcuni degli obiettivi del workshop hanno riguardato tematiche tipiche di area mediterranea, quali:

  • la discussione di problematiche di interesse nazionale e internazionale rilevanti per la gestione della risorsa idrica nel Sud Europa (imprevedibilità del regime idrico in fiumi mediterranei, tipologia fluviale in area mediterranea, RBMPs sensu WFD etc.);
  • fornire un aggiornamento sulla disponibilità dei dati e sugli approcci per la valutazione dello stato ecologico nel territorio cipriota per tutti i BQEs;
  • la presentazione dello stato di qualità dei fiumi ciprioti in accordo con tutti i BQE disponibili;
  • a valutazione della possibilità dell’utilizzo di informazioni di habitat nella classificazione dello stato ecologico con un incremento della accuratezza nella classificazione, con esempi per la comunità macrobentonica.


Secondo workshop nazionale del progetto INHABIT

Il giorno 27 marzo 2013 si è svolto a Roma il secondo workshop nazionale del progetto INHABIT, ospitato dall’Università La Sapienza di Roma. Il programma è disponibile qui.
Il workshop, dal titolo "Centralità dell’habitat nell’interpretazione dello stato ecologico nel contesto della WFD", ha avuto luogo nell’aula Pasquini del Dipartimento di Zoologia dell’Università La Sapienza di Roma.
Il workshop ha visto la partecipazione di esponenti delle Agenzie Regionali per l’Ambiente, Enti di ricerca ed Università. Il workshop ha riproposto in parte alcuni dei contenuti affrontati nel corso del I workshop nazionale; si è tuttavia rivolto ad un pubblico più esteso con un focus più ampio rispetto all’ottica prevalentemente mediterranea adottata a Cagliari. In conseguenza della similarità dei programmi dei due workshop nazionali, si è ritenuto opportuno non rendere disponibili le presentazioni di questo secondo workshop. Ad ogni modo, nel corso del workshop di Roma sono stati presentati ulteriori risultati conseguiti dal progetto. In particolare, un importante aggiornamento ha riguardato la validazione dei siti di riferimento fluviali delle regioni investigate dal progetto (Sardegna e Piemonte), effettuata in accordo con le procedure nazionali, e l’indagine delle relazioni tra i raggruppamenti tipologici dei siti fluviali investigati e le rispettive comunità biologiche. Analogamente a quanto effettuato nel corso del I workshop, ai partecipanti è stato distribuito un CD, in questo caso contenente dati relativi alle raccolte effettuate in siti fluviali in Piemonte, oltre ai dati relativi alla Sardegna, già presenti nel supporto distribuito a Cagliari.
Ancora un volta si ringraziano gli Enti e i numerosi colleghi che hanno partecipato ai lavori del workshop, rilevatosi  uno scambio di informazioni, nei due sensi, tra i partner del progetto - CNR-IRSA e ISE, Regione Sardegna e ARPA Piemonte  - e i presenti, al fine di supportare un’efficace implementazione della WFD in diverse parti d'Italia.
Per ulteriori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.