INHABIT project

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Temi e risultati Misure innovative (I3) Relazioni habitat-biota

Fiumi – Analisi di dettaglio relazioni habitat-biota

La prima importante considerazione che si può trarre dalle analisi effettuate in area mediterranea è che risulta difficile separare i singoli effetti dei vari fattori che concorrono a definire il gradiente di qualità ambientale, in termini di impatto sugli organismi acquatici. Parlando di metriche biologiche, uno dei fattori più rilevanti nel determinare il valore delle metriche stesse è associabile al gradiente di alterazione antropica, sebbene non sia possibile distinguere i singoli fattori che determinano l’alterazione antropica generale. Come già evidenziato in altre attività, anche il carattere lentico-lotico (LRD) influisce in modo chiaro sulle metriche biologiche ma, in questo caso, il suo effetto è ben distinguibile da quello dei descrittori ambientali che esprimono più specificamente l’alterazione antropica (qualità dell’acqua, morfologia, uso del territorio, etc.). Comparando la risposta delle diverse metriche biologiche (i.e. oltre 50 selezionate) ai fattori di perturbazione o disturbo analizzati, è stato possibile evidenziare due gruppi principali di metriche: un primo gruppo fortemente relazionato al gradiente di alterazione ed un secondo gruppo più relazionato al gradiente lentico-lotico (LRD). Il gruppo di metriche relazionate al gradiente di qualità, confermando i dati di letteratura, include tra le altre le metriche ASPT, N_EPT, EPTD, GOLD (componenti lo STAR_ICMi, formalmente utilizzato per esprimere un giudizio di qualità ai sensi della normativa vigente). A queste si aggiungono Sel OLICHI_SA, DipAb, sel_TRI_GN, e LEPab (dettagli sulle singole metriche sono rinvenibili nei contenuti dei Deliverable).

Utilizzando approcci di regressione di maggior dettaglio, per i mesohabitat di pool e riffle separatamente, è stato in seguito possibile individuare alcune metriche che rispondono a impatti specifici, quali ad esempio: per le alterazioni di habitat 1-GOLD (pool), log(SelEPTD) (pool), DIPB_Siph_G (pool) e MTS (riffle); per l’inquinamento Sel_OLICHI_SA (pool) e MTS (pool).
Tra le metriche biologiche potenzialmente utili a rilevare problemi legati al livello dell’acqua, si evidenziano il numero di Odonati, Coleotteri e Eterotteri (nOCH, positivamente correlato all’LRD), l’indice LIFE e il rapporto Baetis/BAETIDAE (Baetis_BAE, negativamente correlato con LRD), con particolare riferimento alla comunità rilevata nel mesohabitat di pool. Il mesohabitat di pool sembra più indicato nel separare il gradiente di alterazione generale dal gradiente espresso dall’LRD e, quindi, in presenza di prelievi idrici, l’effetto degli stessi.