INHABIT project

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Temi e risultati Nutrienti (I2) Caratteristiche idromorfologiche e chimico fisiche

Fiumi – Caratteristiche idromorfologiche e chimico fisiche dei tratti fluviali studiati

L’analisi dettagliata delle caratteristiche idrologiche, morfologiche e chimiche rilevate nei tratti selezionati per gli esperimenti di “nutrient addition” è risultata molto utile per completare e arricchire la conoscenza degli ambienti fluviali oggetto di studio del progetto INHABIT.

Sardegna


Tra le variabili idrologiche è stata osservata una certa variabilità di condizioni di portata in entrambe le regioni oggetto di indagine con valori compresi tra 5 a 200 l s-1 in Piemonte e 10-300 l s-1 per i siti sardi. In linea con le prerogative del piano sperimentale non sono presenti siti caratterizzati da portata molto elevata, condizione che avrebbe potuto compromettere i risultati ottenuti con gli esperimenti di aggiunta dei nutrienti.

Piemonte


Relativamente alle caratteristiche morfologiche, un’alta eterogeneità è stata riscontrata nelle tipologie di flusso e substrato, soprattutto nei siti sardi, mentre in quelli piemontesi prevalgono in generale granulometrie piuttosto grossolane e flussi turbolenti. Ancora più eterogeneo è risultato il sistema iporreico con differenze importanti all’interno di ogni tratto di 100m. A tal proposito è emersa la necessità di definire dei descrittori sintetici in grado di integrare le informazioni di eterogeneità/omogeneità dei parametri, da poter mettere in relazione con l’efficienza di ritenzione dei nutrienti.
L’analisi della composizione chimica delle acque fluviali ha fatto emergere delle differenze, in parte attese, tra le due diverse regioni. Innanzitutto l’influenza degli aerosols marini nei siti sardi responsabili delle elevate concentrazioni di cloruro di sodio le cui variazioni spaziali sono da mettere in relazione alla distanza di ogni sito dal mare. Contrariamente ai siti sardi, in quelli piemontesi la specie ionica più abbondante è rappresentata dai carbonati di Ca e Mg derivanti dal dilavamento dei bacini. Per quanto riguarda i nutrienti e i contaminanti in traccia, le analisi chimiche hanno consentito di confermare le scelte del piano sperimentale che prevedevano l’esclusione dei siti caratterizzati da un importante inquinamento di origine puntuale (scarichi civili, industriali e scolmatori). In Piemonte le concentrazioni di N-NH4 e P-PO4 sono risultate nella maggior parte dei casi inferiori al limite di rilevabilità, mentre nei siti sardi i livelli erano leggermente più elevati e distribuiti su intervalli più ampi. Queste condizioni sono probabilmente da imputare alla diffusa presenza di animali da allevamento (pecore, capre e vacche) in prossimità dei corsi d’acqua in Sardegna. A differenza dell’azoto ammoniacale, le concentrazioni di azoto nitrico sono risultate mediamente più elevate in Piemonte e ciò è presumibilmente da associare a carichi di deposizione atmosferica di azoto più elevati e a una maggiore presenza di coltivazioni agricole che richiedono l’utilizzo di fertilizzanti azotati in Piemonte rispetto alla Sardegna.
Il Deliverable I2d1 contiene la trattazione completa di tale attività.


Caratteristiche chimiche dei siti fluviali piemontesi appartenenti all’idroecoregione 06

  Unità N Media Min Max Mediana 25%ile 75%ile
O2 mg/l 16 10.7 6.50 13.7 10.45 9.90 11.50
O2 % 16 98.6 75.0 111.0 99.0 94.8 103.0
BOD5 mgO2/l 16 3.38 2.00 8.00 2.00 2.00 4.25
COD mgO2/l 16 7.69 5.00 21.00 5.00 5.00 9.00
pH   25 7.30 6.55 8.50 7.20 7.00 7.45
Cond. µS/cm 25 110.5 36.0 175.0 128.1 96.8 134.0
HCO3 meq/l 19 0.65 0.23 1.21 0.60 0.36 0.87
N-NH4 mg/l 21 0.06 D.L 0.36 D.L D.L 0.03
N-NO3 mg/l 25 1.14 0.20 2.10 1.10 0.80 1.40
TN mg/l 16 2.32 1.20 3.60 2.15 1.85 3.00
P-PO4 mg/l 24 0.06 0.04 0.260 0.05 0.04 0.05
TP mg/l 16 0.09 0.05 0.33 0.05 0.05 0.07
SO4 mg/l 25 5.5 1.6 11.0 4.0 3.0 6.4
Cl mg/l 25 8.2 1.0 24.3 5.4 3.5 12.6
Ca mg/l 16 10.6 3.1 16.8 11.8 7.6 14.0
Mg mg/l 16 5.0 D.L 7.9 4.4 2.7 7.0
Na mg/l 16 6.3 3.0 10.6 5.6 3.7 9.1
K mg/l 16 1.84 D.L 5.4 1.1 D.L 1.6
S.S mg/l 16 17 10 76 10 10 19


Caratteristiche chimiche dei siti sardi campionati nel maggio 2011

  Unità N Media Min Max Mediana 25%ile 75%ile
O2 mg/l 13 9.2 8.1 9.6 9.3 9.0 9.6
O2 % 13 98.3 94.0 102.0 98.0 96.0 101.0
pH   13 7.40 7.10 7.8 7.4 7.1 7.6
Cond. µS/cm 13 406 145 856 393 258 314
HCO3 meq/l 12 1.42 0.40 2.20 1.40 1.33 1.60
N-NH4 mg/l 13 0.036 0.008 0.117 0.027 0.016 0.053
N-NO3 mg/l 13 0.66 0.04 2.20 0.60 0.20 0.70
P-PO4 mg/l 13 0.059 0.002 0.260 0.025 0.005 0.048
TP mg/l 12 0.100 0.006 0.280 0.040 0.015 0.057
SO4 mg/l 13 23.9 8.35 42.6 24.0 15.9 32.0
Cl mg/l 13 83.2 22.5 248 67.5 43.2 115
Ca mg/l 13 19.7 3.71 36.6 20.8 16.9 22.8
Mg mg/l 13 11.5 2.67 22.6 13.1 6.5 14.5
Na mg/l 13 48.8 18.7 123 39.8 32.3 61.3
K mg/l 13 1.6 0.3 3.4 1.4 1.2 2.1